Il mondo che verrà

E allora riempiremo le strade…

Ci metteremo a ballare e forse anche a cantare. I portici di via Vittorio saranno gremiti delle nostre risa e delle nostre parole. Forse ci abbracceremo o forse no, ma ci scambieremo sorrisi e parole come non abbiamo fatto mai.

Vagheremo tra vetrine e strade di periferia sentendoci turisti nella nostra terra. Qualcuno riempirà le chiese e qualcun altro i ristoranti. Andremo a camminare per villa Remmert e ci addentreremo per le campagne.

Ripercorreremo la Corona Verde in lungo e largo e osserveremo la Stura scorrere sotto i nostri occhi. Andremo nelle case dei nostri amici e attenderemo le visite di chi vorrà proseguire quei discorsi lasciati a metà sui messaggi dei cellulari. Saremo più vivi e probabilmente più sinceri.

Dimenticheremo il superfluo e ci concentreremo sull’essenza della vita. Probabilmente ci aspetta un mondo migliore. Adesso però vedo che stiamo occupando ancora troppa parte del nostro tempo a pensare in negativo al “mondo che verrà”.
Non abbattiamoci.

Vedo tante facce tristi e tanti corpi abbandonati e rasseganti al peggio. Certo che tutto ciò che ci gira attorno non aiuta: i telegiornali e i social ci assalgano di paure e di terrore, le strade vuote ci rendono ansiosi e increduli e i negozi che selezionano all’ingresso ci fanno sentire impotenti e soli in mezzo agli altri. L’unica cosa che ci resta da fare è quella di pensare a qualcosa di bello e fantasticarci un po’ su. Proiettarci nel futuro e immaginare cosa potremo fare quando tutto questo sarà finito. Perché tutto finirà, lo sapete? Scrivetelo qui. Raccoglieremo tutto e insieme ci riprenderemo la nostra libertà con una spinta in più. E esageriamo! Tutto ci sarà concesso e tutto ci sarà dovuto come ricompensa per quello che stiamo attraversando oggi.

di Alessandro Baccetti

More from Alessandro Baccetti

Un medico in famiglia

Come cambia la gente. Non so se a voi e mai successo...
Read More

1 Comment

  • mi spiace ,forse,deluderti…..ma non sono cosi’ ottimista!!!conoscendomi e conoscendo penso che dopo un periodo di euforia torneremo ad essere i soliti coglioni che cercano ,in tutti i modi leciti e non ,di portare acqua al proprio mulino o se ti piace di piu’ a coltivare il proprio orticello fregandosene di tutto e di tutti…..Guarda,spero con tutto il cuore ma proprio tutto di poter dare ragione a TE ed io di avere torto… altrimenti la mia conclusione e’ che ci meritiamo tutto quello che succede.
    Con la speranza di avere torto
    BUONGIORNO o CIAO e FELICE GIORNATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *