L’alunno più buono d’Italia

Come si diventa l’alunno più buino d’Italia?? Io l’avevo immaginato ordinato, con quaderni senza segni rossi, con una calligrafia stile “Times New Roman” e cornicette perfettamente colorate a fine pagina; invece no, per essere l alunno migliore d’Italia, è necessario avere un grande cuore.

Questa è la storia di Luca, un bambino di 8 anni che frequenta la terza elementare, al quale proprio domani verrà consegnata l’onorificenza.

La vincita di Luca è legata a quella dell’uomo più importante della sua vita, suo papà Livio, ex pasticcere e, ho scoperto, anche collega presso l ipermercato di Cuorgnè.

Livio ha una disabilità che non gli impedisce di continuare a coltivare la sua passione per lo sport, corre in bicicletta (la sua è un triciclo, per la precisione!!!) e lo scorso anno e quest anno ha anche vinto il Giro d’Italia per il paraciclismo.

Da aprile, il fine settimana, padre e figlio partono per la meta di gara: Luca ha il permesso degli insegnanti per l uscita anticipata del venerdì pomeriggio; si carica lo zaino di compiti e di responsabilità.

Durante il week end Luca diventa coach, meccanico, cameriere, scarica le bici, aiuta papà, e chi ne ha necessità, a vestirsi, concede anche interviste e ovviamente è il primo a salire sul podio in caso di vittoria. Per Luca tutto questo non ha nulla di straordinario, è il suo modo naturale di approcciarsi alle persone… il cuore prima di tutto.

Chiedo pregi e difetti di questo piccolo eroe, e unanime, mamma e papà, rispondono: grande responsabilità e poco amore per l’italiano… ma in matematica è fortissimo! Si affrettate ad aggiungere Livio.

Per la premiazione di domani sono più emozionati Papa’ Livio e Mamma Emanuela… l’incoscienza della giovane età è meravigliosa. Concludo: sì è necessario avere un grande cuore, ma avere un grande papà fa la differenza… è imparare a volare anche senza avere le ali.

Di Cinzia Somma

Credit immagine: http://www.obiettivonews.it/

 

Written By
More from Cinzia Somma

La terra si muove sotto ai piedi

Ciao amici dell’altra Ciriè, vi scrivo su invito di Cinzia Dory Somma,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *