Amianto: tutto sotto controllo

I piccoli geni acculturati del Web non perdono tempo e alla prima richiesta di aiuto da parte di un singolo cittadino, eccoli che stanno lì a insultarlo con illazioni e offese neppure tanto celate. “Ma cosa ne volete sapere voi? Chi siete per porvi delle domande?

E perché buttate i vostri dubbi sul Web dove tutti possono leggere? Volete fare allarmismi? E’ tutto a posto, non sapete quello che dite. Prima di parlare andate a informarvi.” Ecco cosa fanno gli eroi della tastiera. Mettono a tacere. Un po’ per orgoglio e presunzione, un po’ per convinzione, ma spesso perché non vogliono che venga toccata la loro ideologia politica, specie se sta al potere, ovvio.


Il tetto di amianto dell’ex asilo nido dietro Piazza Rossetti sta per essere tolto. Gli abitanti del quartiere (me compreso) sollevano dubbi sulla sicurezza di detti lavori. Temono per la
loro incolumità. L’amianto è una sostanza che solo a pronunciarla fa paura. Si chiede al
Web e qualche risposta arriva.

Ma arrivano anche le smentite e le offese solo per aver dubitato. Allora la nostra attivissima amica del gruppo Barbara Ferroglio che fa? Va a fermare uno degli addetti ai lavori e chiede semplicemente spiegazioni.

E, udite udite, le ottiene senza essere fraintesa e senza essere denigrata.

Il signore che si trova davanti a lei è un uomo con l’accento lombardo e fa intendere che è logico per gli abitanti avere paura. Ma le spiega anche come verranno eseguiti i lavori.
“Dai! Raccontaci Barbara”
“Eccomi….. dunque, questo operatore, per altro molto disponibile e gentilissimo, mi ha spiegato che bagneranno il tetto con una colla apposita di colore rosso la quale farà in modo di fermare le polveri sulle lastre come se fosse un colla.

In seguito il tetto verrà rimosso dall’ interno dei muri dell’asilo, proprio perché i residui, se c’è ne fossero, cadrebbero dentro i muri perimetrali. Noi del vicinato non dobbiamo adottare nessuna precauzione, anche perché l’asl ha stabilito un misura di sicurezza che è di 15/20mt. Questo è tutto quello che mi ha spiegato, spero di essere stata chiara.

E spero anche che tutti i nostri vicini siano più tranquilli ?
Grazie! Basta poco, che c’è vo? Ma i piccoli geni della tastiera perché non c’è l’hanno spiegato? Mah …

di Alessandro Baccetti

More from Alessandro Baccetti

Monica: voglia di tornare

Monica e la sua storia Una bella giornata di sole. Febbraio ha...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *