Jim Carrey ti scrivo…

Attenzione: post antifascista. Se può ledere la vostra sensibilità, prego passare oltre. Grazie.

Lettera aperta al signor Jim Carrey

Caro signor Carrey, dopo le sue dichiarazioni a proposito della famiglia Mussolini e in seguito al suo stupore per aver appreso che ancora esiste in Italia una famiglia Mussolini, volevo condividere con lei le sue preoccupazioni. In realtà sono anni che ci chiediamo come sia possibile che una donna con un cognome simile abbia potuto far parte del nostro governo e aver partecipato a diversi congressi presso Bruxelles in nome del “popolo italiano”.

È anche stata molto attiva nel mondo politico soprattutto occupando posti d’onore nei salotti nella tv di Stato e nei giornaletti gossip. Un piccolo freno in realtà lo ha avuto ma solo per un piccolo determinato tempo: quando il marito fu condannato per pedofilia.

Ma si sa che la gente dimentica (se la gente si è dimenticata cosa ha fatto suo nonno, figuriamoci se si ricorda del marito che pagava ragazze minorenni per fare sesso) e tutto passa. Subito dopo ha ripreso a parlare e far parlare di se. Il suo partito in Italia non esiste praticamente più (grazie al cielo) ma ci sono voluti settant’anni prima che si annientasse. In realtà non si è annientato completamene, si è solo riverso verso altri correnti politiche di estrema destra che tanto vanno di moda di questi tempi in Italia.

La caccia al nero, la lotta agli omosessuali e alle lesbiche, il sogno di poter abbattere i barconi dei disperati, lo spregio per i senza tetto, la guerra delle religioni sono tutte argomentazioni per cui in molti si battono. Non è che sogniamo l’erede di Stalin a dettare legge, per carità. Ma ci vorrebbe qualche politico americano a venire a darci una mano in questa scoordinata è confusa gestione della nostra misera e scarna società. La vostra democrazia, che qui in molti disprezzano, forse arriverà tra tre o quattro generazioni.

Si presenti da noi alle prossime politiche e spieghi che ad adorar un dittatore crudele e senza scrupoli non si arriverà mai a nulla di buono. La aspettiamo! Ci salvi! Un comico ci ha già provato e ha fatto del suo meglio, ma lei potrebbe fare di più. Confidiamo nelle vostre stelle e strisce! Ci restate solo più voi. Postazioni Nato ne avete già in quantità, quindi il vitto e l’alloggio è già pagato. Il primo volo è alle 20:45.

di Alessandro Baccetti

More from Alessandro Baccetti

Un tranquillo venerdì pomeriggio

Un venerdì pomeriggio come tanti. Tutto procede nella solita maniera. Sono uscito...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *