Che si fa martedì 6 agosto?

…… segue:

Calogero e Ettore sono quelli che lo hanno visto e conosciuto piu da vicino di tutti noi. Quando si inizia a pronunciare per qualsiasi motivo il nome Pasquale, ti accorgi cosa accade ai loro occhi: in principio si illuminano, poi sorridono e infine si appannano. E lo stesso giro si ripete all’infinito ogni volta che la conversazione ricade sul nome Pasquale Cavaliere..

Io Cinzia e Dario restiamo attenti e cerchiamo di capire il perché di così tanta devozione. Anche i ragazzi che sono qui con noi capiscono che sta aleggiando un po’ di magia attorno a questo personaggio.
“Vedete ragazzi, lui era quello che combatteva per i diritti e per la giustizia dei più deboli. Lui era quello che faceva lo sciopero della fame o quello che andava a contattare i centri sociali per trovare delle soluzioni alla violenza. Era quello che non aveva paura di denunciare i poteri forti ed era riuscito a far cadere delle intere giunte. Senza paura.

Lui andava a trovare i carcerati, anche quelli “illustri” che per la politica avevano perso la libertà. Ma era anche amico del clero e molti preti stavano dalla sua parte. A partire da Don Ciotti che durante le esequie di Pasquale volle leggere lui stesso l’omelia in suo ricordo qui a Cirie’ nella chiesa che vedete davanti a voi.
“Forte sto tipo” interviene il ragazzo con la felpa bianca. “Fateci vedere una foto” riprende la ragazza. Il ragazzo con gli occhiali prende il telefono in mano e inizia a cercare notizie su Wikipedia. “Hey! Ma è riuscito a far arrivare più di un miliardo delle vecchie lire alle popolazioni dell’Africa. Aiutiamoli a casa loro! Grande”

La pioggia ormai sta scarseggiando e dei tuoni resta solo più il ricordo.
“Ma sono tante le storie che lo riguardano e noi vogliamo incontrarci il sei agosto per ricordarne alcune”.
I ragazzi si guardano e ci promettono che verranno. Vogliono sapere di più.

Non abbiamo ancora la location, ma ci sarà bastato entrare nel nuovo ristorante di Villa Remmert e trovare un proprietario gentile e disponibile che senza pensarci due volte ci dice che va bene! Ci concede lo spazio. Chiede notizie su questo signor Pasquale Cavaliere (è troppo giovane per ricordarlo anche lui) e dice che starà con noi a sentire la sua storia.

Ci siamo davvero tutti e vi aspettiamo davvero a tutti.

Martedì 6 Agosto, alle ore 21.00 presso Villa Remmert.

Tanti e tanti ospiti che vogliono ricordare al mondo che Pasquale era ed è una risorsa infinita di idee e di pensieri che non può solo essere dimenticata con la sua morte.

La passione deve continuare a resistere. Il ricordo non deve morire. Glielo dobbiamo per tutto ciò che ha fatto per il nostro territorio e per il nostro presente che lui considerava il suo “futuro migliore”
NON MANCATE!!!

di Alessandro Baccetti 

Written By
More from Cinzia Somma

Il diario (segreto) della giunta

Oggi vi voglio raccontare una pagina rubata dal diario della giunta e...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *