Un museo a cielo aperto

A San Carlo Canavese, proprio a due passi dal centro cittadino vi è un museo di sculture in vetro e ferro, un’esposizione di creature , la maggior parte a grandezza naturale, tra cui tartarughe, cavalli, aquile, giocolieri in equilibrio su una corda e fiori, fontane e clessidre.

L’ideatore di questi lavori è un grintoso settantenne: Luigi Beltrami all’anagrafe, ma chiamato comunemente Bigio con l’aiuto ed il sostegno della sua compagna Paola che gli fa da cavia, da contrappeso o talvolta da musa ispiratrice.

Sono stata nella loro favolosa casa e facendo il giro del giardino, tra gli alberi mi son trovata di fronte un grizzly alto 3 metri, Bigio mi racconta con orgoglio che tutte le sue creazioni sono frutto della sua ispirazione, lavori che normalmente andrebbero progettati su carta e realizzati seguendo precisi passaggi, invece lui li ha prodotti senza nulla di tutto questo, ha un’idea in mente e la mette in pratica, nulla di scritto. Tutti i progetti sono nella sua testa. Ammirare le sculture di Bigio è stato piacevole, sono rimasta incantata, la calda giornata faceva da contorno, il sole faceva risaltare i colori dei cristalli incastonati nelle sculture: uno scintillare di colori che arrivano direttamente da Murano, la famosa isola veneta del vetro.

Bigio è una persona estremamente solare, un gran chiacchierone, nella sua vita ha avuto moltissime esperienze, ha girato il mondo, è stato seguito da tate e abituato a servitù da bambino e ha passato estati in collegio perchè in punizione per le marachelle commesse. Ha gli occhi che brillano ogni volta che con la mente fa un salto indietro nei suoi ricordi.

Ha innumerevoli passioni e oggetti d’epoca nella sua casa: colleziona giocattoli antichi, di quelli che funzionano dando la carica con la “chiavetta” e conserva un teatro che veniva utilizzato dalla sua famiglia per presentare spettacoli di burattini nella casa in centro a Torino, vere e proprie serate di gala, in cui una settantina di invitati venivano per assistere agli spettacoli. Ha innumerevoli modellini di navi, velieri e sottomarini, sempre creati da lui.

Gli piacerebbe poter ospitare classi di scuole materne ed elementari della zona, i bambini rimarrebbero incantati nel vedere un museo a cielo aperto: uno zoo, un circo ed un vivaio tutto nello stesso giardino, quindi perchè non organizzare una gita fuori porta?

Forza gente! Il museo è aperto a tutti!

di Cinzia Somma

Written By
More from Cinzia Somma

Le fioriere son tabù

Consiglio comunale 2^ puntata. Si apre con la richiesta da parte del...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *