Cassa vs Naspi

Qualche giorno fa discutevo con un mio amico virtuale che si preoccupava per il fatto che dal 1°febbraio le aziende potranno nuovamente licenziare il personale, poichè non verrà prorogata la cassa integrazione.

Questo mio amico, prevede una mobilitazione di massa, manifestazioni in piazza e rivolte a mo di ’68. Secondo me è un azzardo supporre che la popolazione possa anche solo pensare di fare una rivolta, la nostra generazione non è abituata a fare scioperi o rappresaglie, non urliamo, piuttosto preferiamo discutere e ragionare per poi raggiungere un compromesso. Molti di noi adorano chi fa la voce grossa o sbraita per esporre il proprio pensiero, ma non farebbe mai altrettanto, preferiamo che qualcun altro lo faccia in nostra vece. Dubito che vedremo scene apocalittiche, in ogni caso mi chiedo: cosa può fare lo Stato per quelle aziende che sono già andate in default, che avrebbero già licenziato a giugno? Ma che tutto sommato hanno potuto far usufruire al personale della cassa integrazione? Forse anche chi è in cassa integrazione (che prende a singhiozzo) preferirebbe essere licenziato, almeno potrebbe attingere alla “Naspi” che sicuramente è più puntuale e potrebbe guardarsi intorno per trovare altro garantendo sgravi fiscali anche per il nuovo datore di lavoro.

La mia amica Carla e suo marito, per esempio, entrambi in cassa integrazione in deroga, ad oggi, stanno ancora aspettando lo stipendio di luglio; converrete con me che una famiglia non può nemmeno pensare di acquistare beni di prima necessità con un ritardo così eclatante, questa non solo non arriva tutti i mesi, ma spesso ti lascia almeno 4 mesi a secco, poi arriva regolare, col suo solito ritardo, ma ormai è tardi per il recuperare tutte le spese insolute: recuperare 4 mesi di affitti, bollette ed esigenze varie è praticamente impossibile e in automatico diventa impossibile gestire la situazione. Non è colpa né di uno, né dell’altro se la pandemia ha danneggiato in maniera catastrofica l’economia italiana e non solo.

Contro chi manifesterà quindi questa popolazione indignata? Contro un virus?

di Cinzia Somma

Written By
More from Cinzia Somma

Nuovi ospiti al Fatebenefratelli di San Maurizio

San Maurizio Canavese, 16 Ottobre … Ed ecco la costruzione del muro...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *