Costanza e D’Agostino

Sempre presente, sempre tra la gente: spessissimo sui social ha partecipato, negli gli ultimi cinque anni, a discussioni, confronti, attacchi e non per questo si è mai tirato indietro. Costantemente aperto al raffronto e deciso sulle sue posizioni. Uno dei motivi per cui ammiro Davide D’Agostino, è il non aver mai posto limiti ai suoi interlocutori, la sua presenza era alla pari, non faceva campagna elettorale, pur facendo campagna elettorale e forse proprio questo lo ha reso celebre agli elettori social.

Una passione per la politica non comune, forse perchè lui è naturalmente portato per parlare con la gente, è interessato a ciò che lo circonda e curioso di comprendere le dinamiche cittadine.

L’ho sentito spesso intervenire in consiglio comunale e con enfasi esprimere il proprio punto di vista, tirare frecciatine neppur troppo velate, ma allo stesso tempo essere sempre educato e mai sopra le righe. D’Agostino non finge, non si improvvisa attore su un palcoscenico, lui parla a braccio e questa sua qualità non lo mette mai in condizione di trovarsi in imbarazzo o senza parole.

La costanza che ha dimostrato in questi anni è sicuramente stata ripagata dai giovani che hanno confermato la loro presenza nelle liste che lo sostengono e da quelli che si sono avvicinati a lui e alla politica nell’ultimo periodo. Inutile dire che i “vecchi” seppur giovanissimi hanno avuto modo di crescere e di confrontarsi e scontrarsi anche con il loro leader, facendo del gruppo una vera squadra e contestualmente ad oggi sono in grado di instradare e accompagnare i nuovi neofiti nel loro percorso.

Una bella squadra quella del candidato sindaco del centro-destra: competente, entusiasta, brillante. Mi piacerebbe vederla in amministrazione, o quanto meno degnamente rappresentata in opposizione.

Credo sia dunque la costanza ciò che ha distinto Davide D’Agostino dagli altri candidati e se è vero che, come diceva il saggista statunitese Robert Collier “Il successo è la somma di piccoli sforzi ripetuti giorno dopo giorno”, Davide D’Agostino non può che aspettarsi che un grande successo lo avvolga. Forse come dice lui, la vera rivoluzione non sarà aver avuto un sindaco donna, ma un sindaco meridionale, il primo nella storia di Ciriè.

Scusate se sono stata stringata con l’articolo a lui dedicato, ma poichè Davide è stato spesso prolisso, ho preferito riequilibrare la situazione. Scherzo, ovviamente!

Non sprecate questa occasione gente. Votate, votate, votate!

di Cinzia Somma


Written By
More from Cinzia Somma

Chi dice donna dice dono

Dedicato alle donne e contro la violenza che subiscono: “NON CEDETE MAI...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *