E’ Tempo di svegliarsi

Siamo stati derisi, offesi, scherniti. Siamo stati insultati e spesso, molto spesso, minacciati. Minacciati di botte e di violenze varie.

Il più delle volte erano dei troll del web ma è capitato che a qualcuno ci scappasse la rabbia senza trovare il tempo di nascondersi. Ogni volta che abbiamo osservato qualcosa che non ci andava bene a riguardo della nostra città, ogni volta che abbiamo criticato delle iniziative della giunta, siamo stati (e continuiamo a essere) assaliti e trattati come delinquenti. Siamo stati chiamati svariate volte dai carabinieri e dai vigili.

Abbiamo ricevuto notifiche e denunce spesso per il solo fatto che abbiamo osato pensare diversamente dalla giunta. E siamo ancora qui. Ma arrivati a questo punto crediamo fortemente che si debba cambiare qualcosa in questa città. Crediamo che sia arrivato il momento di dare una svolta e far sì che Cirie torni a essere un paese libero.

Vogliamo che Ciriè torni a essere dei ciriacesi. Volgiamo che la città viva un clima di festa e non di indifferenza o di paura. Rivolgiamo la nostra città. Non è poi così distante la fine di questa amministrazione. Due anni passano in fretta. Pensate a quello che facevate due anni fa: non vi sembra ieri? Bene.

Quindi prepariamoci. Diamo una svolta. Non facciamoci trovare impreparati. Noi siamo pronti a metterci in gara. Non da soli, ovvio, ma pronti a appoggiare mettendoci la faccia, chi come noi è stanco di sentirsi straniero nelle proprie case e nelle vie che attraversano la nostra quotidianità. Abbiamo già qualche idea e qualche partecipazione di rilievo e vi terremo informati su tutto. Ma nel frattempo diamo voce alla nostra voglia di riscatto. Mandateci delle idee, tirare giù pensieri, parlateci della vostra città ideale e non smettete di crederci. Cambiare si può. Messanger è sempre attivo. Occhio ai commenti pubblici perché vengono controllati. Usate le chat.

Continua

di Alessandro Baccetti

More from Alessandro Baccetti

Gigino Pacera: vita da bomber

Capita spesso di ricordare. Capita a tutti di ritrovarsi nel bel mezzo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *