Il nero che sporca

Shhh.. silenzio! Non si dice! Io ricordo che mia mamma da bambino me lo ripeteva sempre.

Ogni volta che dicevo una cosa che non si doveva dire lei mi prendeva in disparte e, dopo avermi sgridato, si raccomandava di non dire certe cose in pubblico. Mai in pubblico dove tutti ti possono sentire. “Anche se lo pensi non devi dirlo. La gente ti giudica. Se sei un bambino cattivo perlomeno non farlo sapere in giro. Se invece ti scappa una brutta battuta per errore dovrai rimangiarti tutto e dire che non è quello che volevi far capire. Parla di equivoco o di errore di pronuncia. Ma sei stai zitto su certe cose è sempre meglio e non sbagli.”

“E su chi dovrei stare zitto?” Chiesi una volta

” su tutti quelli che consideri inferiori a te. Tanto non lo saprai mai se stanno sopra o sotto di te. Se inizi a pensare che siamo tutti uguali anche loro penseranno che tu sei uguale agli altri e vivrai più sereno.”

Quindi direi che la frase della consigliera Aghem è effettivamente triste e infelice.

Affermare che se uno ha la pelle nera debba essere raccomandato di pulire al contrario di chi ha la pelle bianca o gialla, credo non sia una buona azione.

Le dimissioni? Non so. Ma quello che più mi preoccupa è che non arriveranno mai neppure le scuse.

Ma shhh.. Non diciamolo troppo in giro..

di Alessandro Baccetti

More from Alessandro Baccetti

Villa Remmert…in rosa

Forse non ci siamo capiti. Passo da Villa Remmert a fotografare il...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *