Ma voi verrete?

Un mese fa circa…

Incontro mia figlia Sarah e la sua amica Lodovica sedute al bar di Cristian in piazza Rossetti. Sono due ragazze di neanche vent’anni e normalmente passano il poco tempo libero che hanno a ridere e a scherzare su ogni cosa che le passa per la testa. A quell’età tutto è “più semplice”. Ma quella sera le ragazze erano particolarmente tristi.

Avevano anche gli occhi arrossati e si vedeva che avevano pianto. Probabilmente non un pianto ad dirotto, ma qualche lacrima era sicuramente caduta dai loro occhi ancora lucidi. Chiedo che cosa fosse mai potuto accadere e loro mi dicono di aver appena incontrato Massimo. Abitando in via Rossetti, conoscono Massimo praticamene da sempre, e vedendolo molto malato, senza voce e con poca forza gli hanno chiesto cosa avesse. Cosa le stesse capitando. Lui gli rispose che stava morendo. Senza troppi giri di parole disse loro che era ormai arrivata la sua fine. Ma la cosa che le ha fatte stare male è stata la domanda che Massimo ha posto alle due ragazze:” quando muoio voi due verrete al mio funerale, vero? Non so chi verrà al mio funerale, forse nessuno. Ma voi verrete?”

Le ragazze a questo punto, con le lacrime agli occhi, non hanno neppure provato a contrastare il suo pensiero. Era evidente che stava male ed era evidente che lui ne fosse consapevole. Quindi non ebbero neppure la forza di ribattere con frasi fatte tipo: “ma si te la caverai”, o “non dire queste cose”. Semplicemente con molto affetto gli hanno detto :”Si. Noi ci saremo.”

E adesso queste ragazze, insieme a molte altre persone che hanno conosciuto Massimo, stanno aspettando la data per poter prendere fede alla promessa fatta.

Ricordiamo che il funerale sarà pagato dal Comune di Lanzo (a quanto scritto sui social), ma ci sono delle persone che hanno condiviso con lui un sacco di momenti e che vorrebbero per Massimo una sepoltura dignitosa. Quindi hanno iniziato una raccolta fondi per far sì che non sia solo un funerale anonimo, ma una celebrazione degna di un ciriacese che è stato sempre presente nella quotidianità della città. Ha avuto sicuramente un passato burrascoso, ma ricordiamo che per quel passato ha pagato tutti i conti con la giustizia.

Quindi chi volesse partecipare a questa colletta potrà andare al Bar Devil di Piazza Rossetti da Rossana (preferibilmente entro le 17:00) oppure presso la Pizzeria La Fornarina. Loro, che tanto hanno fatto per Massimo, contribuiranno a rendere omaggio a quest’uomo tanto controverso quanto benvoluto. Qualche euro non ci renderà più poveri, ma ci renderà più umani, probabilmente…

di Alessandro Baccetti

More from Alessandro Baccetti

San Giovanni Bosco

Una foto autografata di San Giovanni Bosco quando viveva nella nostra vicina...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *